erobeso.it


Vai ai contenuti

dopo bendaggio

la chirurgia dell'obesità > alimentazione dopo un intervento



A seguito del posizionamento di bendaggio gastrico, lo stomaco si trova in una situazione diversa da quella naturale nel senso che pur non modificando nè digestione nè assorbimento, si viene a creare una condizione di restringimento che, semplicemente, genera un senso di sazietà precoce. Pertanto è necessario dare allo stomaco il tempo di abituarsi a questa nuova situazione ed è quindi fondamentale che la rialimentazione sia graduale.


Per ottenere i migliori risultati l'alimentazione deve avvenire seguendo il seguente percorso:

NEL PRIMO MESE SUCCESSIVO ALL'INTERVENTO:
DIETA LIQUIDA

NEL SECONDO MESE SI PASSA GRADUALMENTE A:
DIETA FRULLATA
DIETA MORBIDA
DIETA NORMALE (NELLA QUALIITA' NON NELLA QUANTITA').



PER
DIETA LIQUIDA SI INTENDE:

LATTE

YOGURT SENZA PEZZI

BISCOTTI PER L'INFANZIA

MIELE

SEMOLINO (MOLTO LIQUIDO)

OMOGENEIZZATI DI FRUTTA E CARNE

SUCCO DI FRUTTA

BRODO DI CARNE VEGETALE

BRODO DI VERDURE FRULLATE
(MOLTO LIQUIDO)


PER
DIETA FRULLATA SI INTENDE:


PASSATI DI VERDURA

CREMA DI RISO

PASTINA MOLTO PICCOLA FRULLATA

CARNI BEN COTTE E MACINATE DEVONO ESSERE FRULLATE

PROSCIUTTO COTTO O CRUDO PRIVATI DEL GRASSO
VISIBILE E TRITATI

FORMAGGI MAGRI MOLLI

PUREA DI PATATE

FRULLATI A BASE DI LATTE E FRUTTA SBRICIOLATA E PRIVATA DI EVENTUALI SEMINI


PER
DIETA MORBIDA SI INTENDE:

TUTTI GLI ALIMENTI COMPRESI NELLE DIETE LIQUIDA E FRULLATA VIA VIA RESI MENO LIQUIDI


- Con il passare del tempo e l'avvicinarsi della dieta normale è bene cercare di dare la precedenza ai cibi solidi, visto che questi , avendo u tempo di permanenza nello stomaco più lungo fanno si che il senso di sazietà rimanga per più tempo.
- In generale i cibi solidi possono essere consumati dopo 12-16 settimane il che significa 4 settimane per ogni tipo di dieta.
- E' di fondamentale importanza imparare a masticare a lungo .
- La capacità gastrica per ogni singolo pasto è di 50-70 cc.
- Il consumo di liquidi deve avvenire quasi esclusivamente fra un pasto e l'altro (almeno 1500cc./ die) ; durante il pasto si deve bere il meno possibile ed il più lentamente possibile.
- Non bere entro 45-60 minuti dal pasto.
- Sono rigorosamente vietate tutte le bevande gassate .
- Ogni pasto deve durare dai 20 ai 30 minuti ed il numero dei pasti giornalieri deve variare dai tre ai sei.
- Fino alla fine del terzo mese sono da evitare i cibi ad alto contenuto di fibre nonché quelli particolarmente difficili da masticare. All'inizio della dieta normale i cibi sottoindicati vanno reintrodotti secondo tolleranza individuale.

FAGIOLI SECCHI FRUTTA SECCA
PISELLI COCCO
SRDANO CEREALI INTEGRALI
CAVOLO CRUSCA
CARCIOFI PEPERONI
FUNGHI CIBI STAGIONATI
ARANCE
CIBI CON SEMI (FICHI, BUCCE DI ACINI D'UVA,POMODORI, ECC.)


- Latte e carne vanno reintrodotti nella dieta molto gradualmente e secondo le tolleranze individuali.

In pratica:

BEVANDE:
consentita acqua non gassata . Sono vietate tutte le bibite gassate e tutti gli alcolici.

CAFFE':
è da evitare almeno per il primo mese in seguito è consentito purchè sia leggero e mai assunto a stomaco vuoto.

CARNE, POLLAME E PESCE:
tutti i tipi ma scelti tra quelli magri ed inizialmente tritate.

DOLCI:
biscotti secchi ma non farciti e/o integrali inizialmente si consigliano biscotti per l'infanzia sciolti nel latte o nel tè.

FORMAGGI.
A pasta molle.


LATTE O DERIVATI:
secondo tolleranza individuale.

OLI E GRASSI:
olio extravergine di oliva e olio di semi (monoseme) alternati tra loro
20-30 gr. al giorno (2-3 cucchiai da tavola)


PANE:
inizialmente vietato è successivamente introdotto gradualmente secondo tolleranza individuale.
Risultano più digeribili crackers e grissini . Eliminare la mollica di pane.

PASTA:
Asciutta o poco brodosa (quando la dieta lo prevede).

PATATE.
Purea inizialmente non troppo denso. Più avanti patate lesse schiacciate con la forchetta.

SEMOLINO:
preparato con latte (se tollerato) altrimenti con acqua . Inizialmente molto liquido).

UOVA:
inizialmente vietate e successivamente , se tollerate, alla coque o in camicia.


VERDURA E FRUTTA:
inizialmente vietate e successivamente crude e cotte ma private della buccia e semi e delle parti particolarmente dure.


ATTENZIONE!!

Gli alimenti frullati con robot da cucina devono essere lasciati riposare per almeno 10 minuti prima di essere consumati mentre nel caso si usi il passaverdura questa operazione non è necessaria.

Consigliabile l'assunzione di un
polivitaminico : le vitamine non fanno ingrassare ne dimagrire e visto che con questo tipo di alimentazione è facile che siano carenti è importantissimo ricordarti di integrarle.

VANNO BENE TUTTI I TIPI DI POLIVITAMINICI CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLE VITAMINE DEL GRUPPO B












Torna ai contenuti | Torna al menu